Feed RSS dei contenutiNotizie recenti

Bonus 500 euro, Possibile: “Non si discrimina sulla cultura” »

Civati e Maestri: “Vergognosa l’esclusione dei figli degli immigrati. Dopo mesi di scuse inadeguate, il governo ha finalmente sanato la situazione. Ma eviti toni trionfalistici”
Roma  - 5 maggio 2016 – “Fra gli emendamenti presentati dal Governo al decreto scuola all’esame della commissione Cultura e’ arrivato anche quello sull’estensione del bonus di 500 euro ai 18enni extracomunitari. Leggi tutto

Ue, la Commissione: 250 mila euro per ogni migrante non accolto »

http://cds.redattoresociale.it/File/Foto/339273L’esecutivo comunitario mantiene il meccanismo previsto dal Regolamento di Dublino per cui è lo Stato di primo approdo a dover trattare le richieste di asilo, ma prevede pesanti oneri economici per gli Stati che non partecipano alla redistribuzione
BRUXELLES – Ancora lo Stato di primo approdo, ancora il tentativo di redistribuire i migranti tra tutti i Paesi, ma prevedendo questa volta pesanti oneri economici per chi non collabora. Leggi tutto

Muri/ 2: se anche la Questura diventa un hotspot »

Giovanni Godio

L’Italia fa appello ai valori dell’UE contro la barriera del Brennero. Ma intanto erige inquietanti muri di carta nella Questura di Milano, dove alcuni migranti che desideravano presentare domanda d’asilo hanno ricevuto un decreto di espulsione dopo aver compilato un modulo predisposto per “valutare” preliminarmente, contro la legge, se avevano diritto o meno alla protezione. Leggi tutto

OIM: 113 migranti morti nel canale di Sicilia »

Roma – Ennesima strage di migranti. Solo nello scorso fine settimana, almeno 113 persone sono morte in mare, davanti alle coste della Libia. Quattro naufragi di altrettante carrette del mare che stavano trasportando i migranti partiti dalle coste libiche e diretti in Italia. Leggi tutto

Città e accoglienza: “Qui Catalogna”, “Qui Italia” »

Barcelona_BARC_CIUTAT_REFUGIUna veduta della metropoli catalana (foto Barcelona Ciutat Refugi).

Di Giovanni Godio
Città e accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati: nelle stesse settimane, in Spagna il Comune di Barcellona ha chiesto di poter accogliere direttamente dalla Grecia 100 rifugiati, mentre in Italia è emerso ufficiosamente che i Comuni sono stati capaci di coprire solo 5.000 dei 10 mila posti disponibili per il bando SPRAR 2016-2017, anche se il “cofinanziamento” a carico degli enti locali è stato drasticamente ridotto dal 20% al 5%.
Leggi tutto

Richiedenti asilo: l’Unione europea rischia di dimenticarsi dei lavoratori non qualificati »

Il 28 aprile il Parlamento europeo ha votato una risoluzione per i diritti del lavoro femminile domestico.
Questa risoluzione vuole contro-bilanciare la comunicazione della Commissione europea pubblicata il 6 aprile scorso, che incoraggiava gli Stati europei a cercare metodi più efficaci di gestione dei richiedenti asilo per prevenire lo sfruttamento lavorativo, ponendo però l’accento su migranti altamente qualificati tralasciando la parte di lavoratori non specializzati. Leggi tutto

Dal Cie di Torino al Marocco, espulso con mani e piedi legati in aereo: il pilota si rifiuta di partire »

di Enrico Mugnai
Legato mani e piedi e caricato su un aereo in partenza per il Marocco. Martedì 26 è il giorno del suo rimpatrio. Le nuove manette di velcro lo cingono al punto che il giovane marocchino si lamenta. Chiede di essere ammanettato “normalmente”. Richiesta rifiutata.
Viene caricato così legato su un aereo di linea. È quello che lo riporterà a casa. Ma non vuole viaggiare e soprattutto arrivare in patria come Hannibal Lecter. Leggi tutto

Emergenza immigrazione: l’Europa in ordine sparso »

di Giuseppe Sarcina dal libro Le nuove crepe della governance mondiale. Scenari globali e l’Italia
Nel museo Checkpoint Charlie a Berlino è esposta una Volkswagen Maggiolino con il cofano aperto. Lì dentro si nascondevano i profughi della Ddr, la Germania Est, negli anni Sessanta e Settanta: uno dei tanti trucchi per beffare il posto di blocco e superare il Muro. Quella storia non è finita 26 anni fa: ancora oggi racconta che cosa è, o che cosa sarebbe dovuta diventare, l’Europa riconciliata.
Quell’auto blu ci parla della Germania, un paese che ha vissuto a fondo il dramma delle fughe di massa, delle migrazioni convulse,disperate.
Leggi tutto

Le parole non dette nel Migration compact »

di Maurizio Ambrosini
L’obiettivo del Migration compact è spostare fuori dai confini europei controlli e concessione dei permessi per i richiedenti asilo. Gli aiuti allo sviluppo rischiano di finanziare governi autoritari e bellicosi e non fermano i flussi migratori. Apertura sugli ingressi legali per motivi di lavoro. Leggi tutto