Categoria: Balcani

Catastrofe ai confini. Profughi sulla tragica «via balcanica»

I migranti vengono sistematicamente picchiati, derubati e ricacciati oltre il confine con la Bosnia. Soltanto tra gennaio e novembre del 2020, il Danish Refugee Council ha registrato 15.672 respingimenti dalla Croazia verso la Bosnia, classificandone come «violenti» il 60%.
Dopo l’incendio, avvenuto il 24 dicembre, della tendopoli di Lipa , vicino al confine Croato, dove mancavano elettricità ,acqua corrente e riscaldamento, le persone sono finite per strada senza una sistemazione alternativa, anche per le proteste dei cittadini e delle autorità locali. Recentemente è stato pubblicato il Libro dei respingimenti, che racconta l’esperienza di 12.654 vittime di violazioni dei diritti umani lungo la rotta balcanica.
Il punto da cui ripartire, nel 2021, in Europa, sarà fondare un nuovo patto sulla migrazione, l’asilo e l’integrazione.