L’Ami: “Combattere i pregiudizi verso le badanti”

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. antonietta casillo ha detto:

    egregi signori,
    ho letto gli articoli di cui sopra; beati questi nonni che hanno trovato queste persone;
    io però ho aiutato una persona clandestina che mi avrebbe pulito il pavimento con la lingua (scusatemi l’espressione)pur di essere assunta e infatti ho provveduto ad asssumerla subito con la legge Bossi-Fini…Risultato: dopo un anno è andata via raccontandomi che sua mamma era moribonda; detto fatto, se ne è andata il giorno stesso delle dimissioni e dopo 5 mesi mi spedisce una raccomandata chiedendomi € 14.000,00 (ormai questa cifra è diventata un passaparola tra le badanti, tanto il giudice crederà più a loro che a te. E i soldi che le ho pagato regolarmente, perchè dovrà costruirsi la casa con i miei soldi e tra l’altro non dovuti? Ma che le crollasse addosso appena l’avrà completata… cosa ne dite voi??
    Siccome è andata via in fretta e furia, le ho detto che quando sarebbe ritornata in Italia le avrei dato la sua liquidazione, bastava che mi chiamasse. In questi mesi ho curato io mia mamma e forse la badante avrebbe ritrovato il suo lavoro…perchè tutto questo casotto?? Lo chiedo a voi…avrei un romanzo da scrivere su questo argomento, ma non so se mi risponderete…bisognerebbe fare la crociata contro queste persone, dovrebbero ringraziare l’Italia perchè le ha accolte, e noi italiani le aiutiamo tantissimo, non siamo degli schiavisti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *