La sfida. Casa e lavoro, ecco l’accoglienza diffusa

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Paola Mariani ha detto:

    sono sempre più convinta che dai piccoli esempi/azioni/condivisioni/riflessioni nascerà qualcosa di nuovo e di buono. Lavoro serio, di squadra, continua verifica, attenzione a ciò che propongono e fanno altri…. Sarà lunga, ma ci arriveremo. E’ il classico gutta cavat lapidem, la Storia si fa….nei secoli.
    Adesso però occorre qualcosa di buono e subito! E’ adesso che abbiamo bisogno di persone in gamba che si ribellino alla “distrazione/distruzione di massa” che stiamo vivendo.
    Non c’è contraddizione tra il mio primo pensiero ed il secondo. E non deve esserci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *