Afgani dell’Ostiense: il razzismo si aggiunge al degrado

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Piero Iannelli ha detto:

    Da quanto leggo non sembrerebbe una lite per “un pezzo di pane”..

    All’Ostiense scoppia la guerra etnica

    Dopo la maxirissa dell’altra notte tra afgani di diverse etnie, sotto i portici del terminal ferroviario riscoppia la violenza armata. I residenti: “Qui è un inferno. Prima o poi ci scappa il morto. Speriamo non tocchi a noi..

    I problemi di convivenza tra etnie potrebbero essere alla base della maxi rissa esplosa tra gli afgani venerdì notte. Per sedarla sono dovute intervenire numerose autoradio. Ma potrebbe esserci anche una guerra tra bande che si dividono «proventi illeciti» derivanti dallo spaccio della droga. Anche su quest’ultima ipotesi stanno lavorando i carabinieri della stazione Roma Garbatella e della compagnia Roma Eur. Il massacro è iniziato verso le 22, in piazzale XII ottobre, nei pressi del terminal dell’Ostiense, in cui sono rimaste ferite quattro persone, una delle quali rischia di morire.

    Ma quale “RAZZISMO”? Non ne possiamo più di buonistica politica! Non ne possiamo più di intercultura, di multietnico..

    A Catarci che combatte i cartelloni abusivi, dichiarandoli degrado urbano, vorremmo far vedere le foto della tendopoli che grazie a lui da anni rende questa zona un “DELIRIO” tra baracche e cumuli di immondizia!

    Non si tratta di razzismo, è semplicemente una situazione anacronistica, in cui i “cittadini” cominciano a rendersi conto di cosa si cela dietro questo multiculturalismo!

    Catarci ha creato la “malattia” per vendere la “medicina” dell’integrazione!

    Ma lo stesso Rutelli ha recentemente ciarito:
    IMMIGRATI: RUTELLI, SINISTRA E FINI SBAGLIANO.MULTICULTURALISMO FALLITO

    (ASCA) – Roma, 5 gen – ”Il multiculturalismo e’ una strada senza uscita con un Islam che rifiuta le nostre leggi” e la cittadinanza agli immigrati ”non e’ uno strumento d’integrazione, ma un premio a chi accetta regole, diritti e doveri”. E’ questa l’opinione di Francesco Rutelli, che in una lunga intervista a Il Giornale spiega perche’, secondo lui, sul versante dell’immigrazione sinistra e Fini sbagliano.

    ”La cultura prevalente nell’islam non e’ laica – spiega Rutelli – e certe reazioni a sinistra fanno riflettere su una sostanziale incomprensione di quello che accade nel mondo”.

    Ecco allora “FASCISTA RAZZISTA ANDATE A DIRLO A RUTELLI”..

    Non a me!

    PIERO IANNELLI

    — Segretario XI Municipio. “ La Destra ”
    –“Resp. Per le aree tutelate e vincolate”–
    pieroiannelli@gmail.com — N”.Cell. : 339’8513962

  2. romolo ha detto:

    Sei proprio fascista invece, razzista da quattro soldi.che rabbia mi suscitano le tue stupidaggini farneticanti, sono un’offesa all’intelligenza umana.per fortuna Catarci è il tuo opposto,per questo l’ho votato e lo sosterrò sempre:intelligenza,coraggio,passione,parole, fatti concreti per il nostro quartiere e per tutti gli sficati di ogni colore

  3. Piero Iannelli ha detto:

    Romolo, perdonami..

    Ma tutto sono fuorchè “FASCISTA”, tantomeno razzista.

    E non scrivo “stupidagini farneticanti”, scrivo la mia “realtà” assumendomene peraltro la responsabilità e a viso scoperto, con tanto di nome cognome.. e n. di cell.

    Non ti chiedo che di guardare con i tuo occhi, cerca via Andrea Casadei con google maps, vai al livello stradale, guardati i camion per trasporti eccezionali, le ruspe cingolate, gli sfasci, le discariche..

    Ecco qui è il Parco dell’Appia, dove Catarci combatte il “CARTELLONE ABUSIVO”..

    Dove si è rimosso un parcheggio (brecciolino) di un ristorante perchè le macchine avrebbero rovinato i reperti archeologici fino ad 80 cm..

    Questa non è “sinistra” o “destra”, è semplice realtà!

    Convengo con te che le “parole” di Catarci, formalmente sono condivisibili, ma stridono con la “realtà”, col vivere reale..

    In via Palos si sono accoltellati per motivi di spaccio di droga, e vi sono articoli che di questo parlano..

    Non pretendo certo il tuo sostegno, ma la possibilità di esprimere le mie “idee” senza per questo essere “fascista”..o razzista.

    Questa è la “DEMOCRAZIA” il libero pensiero, la libera espressione.

    Offendendo me tacciandomi di fascismo, ti poni tu come “fascista”.

    Le mie idee non sono allineate con le tue?

    Un motivo in più per farmi “parlare”, non credi?
    Fermo restando, il massimo rispetto per le tue idee..
    E per Catarci.

    Cordialmente.

    Piero Iannelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *