Aborto: diminuiscono le interruzioni volontarie di gravidanza in Italia, forte aumento tra le donne straniere.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Valter Boero ha detto:

    Gentili resposabili del sito,
    il titolo “Aborto: diminuiscono…”
    e l’articolo che segue, ricalca i dati del Ministero che sono tuttavia assai imprecisi, perché se è vero che sono censiti gli aborti effettuati in ospedale, non è vero che non vi siano altre forme di aborto “volontario”.
    Le altre forme di aborto “volontario” sono quelle realizzate a casa propria con la “pillola del giorno dopo” il cui consumo è stato di circa 360.000 unità nel 2009. Se le pillole sono state prese inutilmente, c’è stato un grave danno alla salute di 360.000 donne. Se invece sono state efficaci per interrompere la gravidanza, e l’obiettivo fosse stato raggiunto in 1/3 dei casi, abbiamo circa 120.000 aborti “volontari” in ambito domestico da aggiungere a quelli di ambito sanitario.
    Non sarei perciò così sicuro della diminuzione degli aborti in Italia.
    Vorrei anche giustificare le virgolette sul termine “Volontario”.
    Di volontario non c’è quasi nulla. Le donne sono praticamente costrette a sentire di chi bussa ai Centri di aiuto alla vita.
    Grazie se potrete emendare i vostri testi.
    Cordialità.
    prof. Valter Boero
    pres. MPV Torino e Consigliere comunale di Torino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.